giovedì 30 aprile 2020

Il pianeta della diversità

C’era una volta il pianeta della diversità.

Pareva grande, molto più enorme di ciò che si pensa, laddove lo si osservava da lontano.

Sul pianeta della diversità c’era ogni cosa per ciascuno di noi.

Per tutti, foglie e sassi, polvere e ombre, umani e
non.

C’era da mangiare per ognuno.

C’erano colori per ogni pennello.

C’era rimedio a ogni paura.

C’era mantello per ogni pudore.

C’era un’infinità di vita, in manifestazioni del tutto differenti l’una dall’altra, concetto valido per ogni singola creatura.

C’erano le scelte possibili e quelle improbabili, quelle impossibili, ma almeno immaginabili.

C’era l’arte del rifare e del creare, quella del distruggere o solo ricordare.

C’erano le storie, tante, infinite, quanto una pagina senza bordi può contenerne.

C’era una volta la più grande di tutte, che è questo pianeta, il regno della diversità.

Leggi pure come terra…

Leggi altro su “Il dono della diversità”, Tempesta Editore

Nessun commento:

Posta un commento